header Prima pagina

SEDI OPERATIVE


Pensieri di don Piero
Mi sento "STRUMENTO"

E proprio vero: adtendere amantis est Leggi »»

Streaming
 

42° giornata della vita: Aprite le porte alla vita
L’ospitalità della vita è una legge fondamentale: siamo stati ospitati per imparare ad ospitare
Il messaggio del Consiglio Permanente della CEI per la giornata della vita trova in piena concordanza la Comunità Mamré "Tenda dell'accoglienza" per la quale l'ospitalità nei confronti della vita, in qualsiasi situazione si trovi, è un punto cardine della sua identità e della sua operatività. Ecco alcuni stralci del testo (in allegato il documento completo) "La vita non è un oggetto da possedere o un manufatto da produrre, è piuttosto una promessa di bene, a cui possiamo partecipare, decidendo di aprirle le porte. Così la vita nel tempo è segno della vita eterna, che dice la destinazione verso cui siamo incamminati E solo vivendo in prima persona questa esperienza che la logica della nostra esistenza può cambiare e spalancare le porte a ogni vita che nasce. ".

Fotografia
©

Per questo papa Francesco ci dice: “L’appartenenza originaria alla carne precede e rende possibile ogni ulteriore consapevolezza e riflessione” . All’inizio c’è lo stupore. Tutto nasce dalla meraviglia e poi pian piano ci si rende conto che non siamo l’origine di noi stessi. “Possiamo solo diventare consapevoli di essere in vita una volta che già l’abbiamo ricevuta, prima di ogni nostra intenzione e decisione. Vivere significa necessariamente essere figli, accolti e curati, anche se talvolta in modo inadeguato” . (...)
Se diventiamo consapevoli e riconoscenti della porta che ci è stata aperta, e di cui la nostra carne, con le sue relazioni e incontri, è testimonianza, potremo aprire la porta agli altri viventi. Nasce da qui l’impegno di custodire e proteggere la vita umana dall’inizio fino al suo naturale termine e di combattere ogni forma di violazione della dignità, anche quando è in gioco la tecnologia o l’economia. (...)
Sarà lasciandoci coinvolgere e partecipando con gratitudine a questa esperienza che potremo andare oltre quella chiusura che si manifesta nella nostra società ad ogni livello. Incrementando la fiducia, la solidarietà e l’ospitalità reciproca potremo spalancare le porte ad ogni novità e resistere alla tentazione di arrendersi alle varie forme di eutanasia .
L’ospitalità della vita è una legge fondamentale: siamo stati ospitati per imparare ad ospitare. Ogni situazione che incontriamo ci confronta con una differenza che va riconosciuta e valorizzata, non eliminata, anche se può scompaginare i nostri equilibri.



 Allegato [pdf]: messaggio giornata della vita 2020

1 febbraio 2020   




Home § Torna su §