header Prima pagina

SEDI OPERATIVE


Pensieri di don Piero
Mi sento "STRUMENTO"

L’Amore ha sempre un sentiero in più da suggerire ai suoi cercatori. Leggi »»

Streaming
 

Spunti di riflessione
Fiducia nella Divina Provvidenza
«Andiamo avanti con coraggio, senza paura, con i nostri limiti, ma anche con la nostra fiducia in Dio Padre» e nel nostro Fondatore, da quale invochiamo luce e ardimento.


Fotografia


Povertà
«Ogni nostra scelta a riguardo dei beni temporali sarà dettata da un criterio: l’aumento dell’intensità della carità, unico titolo di progresso vero e, perciò, valido».

«Vivremo la povertà, che non è ostentazione di deficienza; è gioia di sufficienza altrui e propria».

Pace
«Non ci incontreremo, non ci lasceremo, non intraprenderemo alcuna “impresa” senza esseri prima augurata la “pace”, perché essa è il fondamento di ogni bene e, quindi, di ogni gioia».

Accoglienza
«L’ospitalità sarà un esercizio di carità, che esercitiamo, sia dal punto di vista “personale”, alle Tre divine Persone, tanto bene raffigurate nei tre personaggi di Mamrè».

Comunità Mamré
«Mamrè perciò diventerà sinonimo di intimità coi Tre, fraternità fra noi e cordialità con tutti».

«Cercheremo di “esserci” dovunque c’è un bisogno, possibile da soddisfare, ma ci saremo con una presenza “discreta”, “silenziosa”, “attiva”, “fraterna”».

Mitezza
«La mitezza dovrà realmente farci felici, col sole e con le nubi, in primavera e d’inverno, nella pienezza della salute e nella malattia».

Verginità
«Vivremo la verginità, che significa cuore grande, perché ama in trasparenza e in completo e universale atteggiamento di dono e questo è possibile solo se ogni giorno sappiamo accogliere i Tre nella nostra cella interiore, lasciandoci invadere dalla loro divina presenza».

Obbedienza
«Vivremo l’obbedienza ponendo in sintonia la volontà personale con la volontà di Dio, attraverso una fattiva ricerca di ogni indicazione, che Dio ci manda ,tramite i suoi canali ordinari e straordinari, di comunicazione della sua volontà».

Amore
«Le idee passano solo attraverso il filo dell’amore».

«La pratica della carità è il motivo più efficace di credibilità del cristianesimo».

«Far emergere, in modo sempre più limpido, la pazienza reciproca e la sapienza, dono dello Spirito, che perfeziona la carità. Più la carità diventa reale, più ci porterà alla beatitudine della pace».

Amicizia
«Entrare nell’orbita dell’amicizia, per scoprirne la grandezza, per approfondirne il mistero,per valorizzarne i contenuti».

«Vivere una comunità d’amore, che è ricerca d’unità nella diversità».

Preghiera
«Avere il gusto della preghiera che spinge a darsi a Dio nell’irrevocabile vincolo d’amore».

20 febbraio 2012   




Home § Torna su §